domenica 17 luglio 2016

Marco Mengoni, una grande serata a Barolo

Sarà stato difficile salire su un palco a cantare dopo essere stato quasi un testimone oculare di ciò che è successo a Nizza. 
Marco Mengoni tre giorni fa si trovava a Saint Tropez, a poche decine di chilometri dal luogo dell'attentato, perchè avrebbe dovuto tenere un concerto a Les Soirées de la Citadelle il giorno successivo. La serata è stata annullata per lutto nazionale come ha comunicato su facebook:  
"Siamo arrivati ieri in Francia per quella che doveva essere una serata di festa, il primo concerto in questo Paese.
Ora siamo tutti, onestamente, senza parole.
Stasera non suoneremo a Saint-Tropez: è stato proclamato lutto nazionale, per i prossimi tre giorni, in tutta la Francia.
Rientriamo in Italia e rispettiamo questo nuovo dolore."

Ieri sera a Barolo, per la terza tappa estiva del Mengonilive2016, ha risposto a questa nuova barbarie nell'unico modo per lui possibile: donando tutto se stesso, la sua musica e le sue parole di speranza.
Ha dedicato il brano "Esseri umani" a tutte le vittime di violenza nel mondo anticipandolo con il messaggio:
"Siamo qui questa sera a condividere il nostro tempo, siamo qui a condividere dei sorrisi, siamo qui a condividere, spero e credo di sì, la voglia di andare avanti. La voglia di continuare a credere che l'amore é sempre e comunque più forte. Io ci credo ancora, e le parole di questa prossima canzone, le dedico a chi come me, come noi, crede ancora che l'amore esiste".

Vedendoti cantare questa canzone con quella convinzione, ci crediamo un po' anche noi, caro Marco. 

                  Foto di Monica Serafino

Scaletta della serata:

Ti ho voluto bene veramente
Non me ne accorgo
Ricorderai l’amore
Parole in circolo
Esseri umani
Pronto a correre
Ad occhi chiusi
In un giorno qualunque
I got the fear
Freedom
Solo due satelliti
La valle dei re
Master Blaster + Could you be loved (ft. Bamboo)
Guerriero
Una parola
La nostra estate
Io ti aspetto
L’essenziale
Kiss

Nessun commento:

Posta un commento